albo d'oro


2016

Ospiti della Comunità
"
Il Ciliegio Due"
di Vertemate con Minoprio
.

Titolo:


Cooperativa Sociale Onlus "Costa Sorriso" di Maccagno.

Titolo:


Cooperativa Sociale Onlus "Iris Accoglienza" di Gallarate..
Titolo:


Scuola Secondaria di secondo grado "Liceo Ernesto Cairoli" di Varese

Titolo:


Istituto Comprensivo di Vertemate con Minoprio, plesso di Bregnano

Titolo filmato:


Alunni del Liceo "A.Tosi" di Busto Arsizio.
Titolo:


2015

Ospiti della Comunità
"
Il Ciliegio Due"
di Vertemate con Minoprio
.

Titolo:


Centro Formazione per l'Inserimento nel Lavoro "CFPIL" di Varese

Titolo:


Alunni della Scuola Media di Balerna del Canton Ticino.
Titolo:


Alunni della Scuola Media
"Sally Mayer" di Cairate

Titolo:


Alunni del Liceo "A.Tosi" di Busto Arsizio.
Titolo:


2014

SEZIONE ARTICOLO

Scuole secondarie di I° grado:

Lorenzo Ferrario e a Francesco Rossetto Scuola Secondaria “Sally Mayer” di Cairate.
Titolo:


Menzione per Marco Molteni, Giorgia Bellanca, Francesca Ghitti, Martina Verga, Alice Volonterio.
Della Scuola Media “Falcone Borsellino” di Bregnano



Realtà sociali:

Premio a Corrado della Coperativa Sociale "Il Ciliegio" di Vertemate
Titolo:


Segnalazione per “Tutti pazzi per la scienza” Cooperativa Iris Accoglienza di Gallarate.
Titolo:




SEZIONE PUBBLICAZIONE

Scuole secondarie di I° grado:

Alunni dell'Istituto Comprensivo “Nazario Sauro” di Malnate.
Titolo:


Alunni della Scuola Media di Barbengo del Canton Ticino.
Titolo:


Scuole secondarie di II° grado:

Alunni del Liceo "A.Tosi" di Busto Arsizio.
Titolo:


Alunni del Liceo Classico “Ernesto Cairoli” di Varese
Titolo:


2013

SEZIONE ARTICOLO

Scuole secondarie di I° grado:

Alunni Istituto comprensivo "G. Bosco" di Fenegrò.
Titolo:


Menzione per "Monotrilocale", alunni classe III A Istituto comprensivo "G. Bosco" di Fenegrò.


Scuole secondarie di secondo grado:

Isabella Garancini
Liceo Scientifico dell'Istituto Orsoline di Como
Titolo:


Menzione per Sarah Abdellaoui Liceo P. Giovio di Como.
Titolo:


Menzione per Fabio Giordano Liceo P. Giovio di Como.
Titolo:


Realtà sociali:

Società Cooperativa Sociale "IL Mosaico".
Titolo:


Menzione per Consolaro, La Viola, Muffato, Papa.
Istituto Iris accoglienza di Gallarate.
Titolo:




SEZIONE PUBBLICAZIONE

Scuole secondarie di I° grado:

Alunni del'Ic "D. Alighieri" di Olgiate Olona.
Titolo:


Menzione speciale per alunni Istituto "N. Sauro" di Malnate.
Titolo:


Scuole secondarie di II° grado:

Alunni del Liceo "A.Tosi" di Busto Arsizio.
Titolo:



Realtà sociali

Associazione NéP di Como
Titolo:


Menzione speciale per Società cooperativa sociale "Il Mosaico"
Titolo:


2012

Sezione articolo

Scuole secondarie di I° grado:

Minelli Martina
della scuola media di Morbio Inferiore (Canton Ticino)
Titolo:


Segnalazione per Giorgia Colucci alunna dell'Istituto Comprensivo "Silvio Pellico" di Vedano Olona (Va).
Titolo:


Scuole secondarie di secondo grado:

Martina Jacobs
del Liceo P.Giovio di Como
Titolo:


Segnalazione per Beatrice Rosa Di Leo alunna del Liceo Artistico Frattini (Va).
Titolo:


Realtà sociali:

Rosa Di Stora / Marco Papa
della "Iris accoglienza" di Gallarate
Titolo:


Segnalazione per l'articolo


presentato dalla redazione della associazione La Finestra di Malnate



SEZIONE PUBBLICAZIONE

Scuole secondarie di I° grado:

Classe IIIc "N. Macchiavelli" di Cadorago (Co)
Titolo:


Segnalazione per la pubblicazione


presentata dagli alunni della classe IIIG della scuola secondaria di I grado "N. Sauro" di Malnate.


Scuole secondarie di II° grado:

Liceo Classico "E. Cairoli" di Varese
Titolo:


Segnalazione per la pubblicazione


presentata dagli alunni del Liceo Cantonale di Bellinzona.


Realtà sociali

Associazione NéP di Como
Titolo:


Segnalazione per la pubblicazione


presentata dalla cooperativa "Il Mosaico" di Bulgarograsso (Co).

2011

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - Sezione articolo


autrici: Noemi Bompiano, Lucrezia Daniele, Anna Ghielmi, Sara Olivieri alunne della classe 3^ A dell' Istituto Comprensivo "N.Sauro" di Malnate (Va)


Segnalazioni per:
"Com'era freddo il nostro cuore: in onore della giornata della memoria"
autrice: Fiammetta Gianfrate alunna della classe 3^C dell'Istituto Comprensivo "Anna Frank" di Varese


autrici: Susanna Brusa e Greta Greppi alunne della classe 1^A del'Istituto Comprensivo "N.Sauro" di Malnate (Va)



SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - Sezione pubblicazione

Premio a

autori: alunni dell'Istituto Comprensivo di Lora (Co)


Segnalazioni per:

autori: alunni della classe 2^ C dell'Istituto Comprensivo di Cadorago (Co)


autori: alunni della Scuola Media Ambrì (Ch)



SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO - Sezione articolo


autrice Lisa Mazzon alunna della classe 4^ A del Liceo Giovio di Como


Segnalazioni per:

autore: Luca Giacolone alunno della classe 3^ edili due dell'Istituto "Magistri Cumacini" di Como


autore: Andrea Ceschina alunno della classe 3^ edili due dell'Istituto "Magistri Cumacini" di Como



SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO - Sezione pubblicazione



autori : alunni del Liceo "Teresa Ciceri" di Como



REALTA' SOCIALI - Sezione articolo


autrice Giuditta per la Società "LA VILLA" di Guanzate (Co)


Segnalazione per:

autore: Daniele Menarbin per la Coop. Soc. Onlus "IRIS ACCOGLIENZA" di Gallarate (Va)



REALTA' SOCIALI - Sezione pubblicazione

Premio a

autori: i componenti della redazione dell'Associazione Nèp Onlus di Como


Segnalazione per:

autori: i componenti della redazione della Coop. Soc. Onlus "IRIS ACCOGLIENZA" di Gallarate (Va)

2010

REALTA' SOCIALI - Sezione Articolo


soc. coop. Il Mosaico


Segnalato:

Rita Pellizzato per Iris Accoglienza



REALTA' SOCIALI – Sezione Pubblicazione


Associazione "La Villa"


Segnalato:




SECONDARIE DI I° GRADO – Sezione Articolo


Lorenzo Luisoni



SECONDARIE DI I° GRADO - Sezione Pubblicazione


Istituto Manzoni


Segnalati:

Ic Cadorago


Ic Cairate



SECONDARIE DI II° GRADO - Sezione Articolo


1°Martina Bellinzona


Segnalati:

Simone Tettamanzi


Matteo Larghi


Viola Martinelli



SECONDARIE DI II° GRADO - Sezione Pubblicazione


Liceo Volta

2009

Scuole SECONDARIE DI I° GRADO - Sezione articolo

Il vincitore è Luca Canavesi Istituto Comprensivo di Cairate con l’articolo


Alunni segnalati:  
Arianna Limoncello Scuola Media di Balerna con l'articolo


Anna Mascheroni Istituto Comprensivo di Cairate con l'articolo


Laura Milceri Bausotto, Marta Poletti, Linda Radice e Gaia Viggi Istituto comprensivo di Lora con l'articolo




Scuole SECONDARIE DI I° GRADO - Sezione reportage:

Il vincitore è Alberto Marcolli Istituto Comprensivo di Cairate con il reportage
"Alla riscoperta della Valmorea"


Alunni segnalati:
Sara del Giudice Istituto Comprensivo di Cairate con il reportage




Scuole SECONDARIE DI II° GRADO - Sezione Articolo

Vince la classe 1H Liceo Classico A.Volta di Como con l’articolo


Alunni segnalati:
Francesca Messaggi Liceo Classico A.Volta di Como con l'articolo


Nicola Salvati e Martina Eguaglia Istituto Tecnico Tosi di Busto Arsizio con l'articolo




REALTA' SOCIALI - Sezione articolo

Vincitori ex-equo :
Associazione Iris Accoglienza di Gallarate con l'articolo


Associazione La Finestra di Malnate con l'articolo


2008

Scuole SECONDARIE DI I° GRADO – Sezione articolo


1° classificato Giuliano Egizio con l’articolo

                 — — —

2° classificato Sara Benaglio con l’articolo




Scuole SECONDARIE DI I° GRADO – Sezione reportage


1° classificato Lisa Stievani  con il reportage




Scuole SECONDARIE DI II° GRADO


1° classificato Francesca Sharon Colombo con l’articolo


2° classificato Barbara Orlando con l’articolo


2007

Scuole SECONDARIE DI I° GRADO

1° premio

di Kostas Poulos alunno dell'Istituto Comprensivo "Nazario Sauro" di Malnate (Va).


2° premio:

di Sonia Baroffio alunna dell'Istituto Comprensivo "Nazario Sauro" di Malnate (Va).


3° premio:

di Beatrice Croci alunna della Scuola Media Statale "Anna Frank" di Guanzate (Co).

Scuole SECONDARIE DI II° GRADO


1° premio:

di Camilla Marocchi alunna dell'I.T.P.A. "Nuccia Casula" di Varese.


2° premio:

di Filippo Pozzoli alunno del Liceo Scientifico Statale "Galileo Galilei" di Erba (Co).


3° premio: due articoli a pari merito:

di Sofia Castoldi alunna del Liceo Classico "Alessandro Volta" di Como


di Diego Joppolo alunno dell'I.T.I.S. "Magistri Cumacini" di Como.



testimonianze

Severo Severo Ghioldi,
Professore, Giornalista, Poeta, Ambasciatore di Pace.

 

Chi era Severo Ghioldi? è meglio farlo dire a lui stesso:
Sessantenne già dirigente scolastico a Cairate e Malnate, ex giornalista, pubblicista all'Ordine di Como, ex preside per legittima difesa dalla burocrazia, storico del giornalismo per passione, operatore culturale per hobby, epigrammista per vizio solitario, epistolarista per sfogo, polemista per divertimento, con malinconia ex ragazzo di paese, a tempo guadagnato poeta del lunedì.

Ha pubblicato due plaquette, da Dialogolibri del 2003. Con le farfalle agli occhi, e Tr-Agenda, che ha appena fatto in tempo sfogliarla fresca di stampa sul suo letto di morte al Valduce.

Pietro Berra

Severo Ghioldi maestro d'arguzia, principe del gioco di parole e capace di alleggerire tutto, con un sorriso ironico che non ha mai lesinato neanche nella sua stanza 520, il suo ultimo indirizzo terreno.


Altri parleranno del Severo Ghioldi preside e del Severo Ghioldi giornalista. Io vorrei dire soltanto due parole sull’uomo e sull’amico: molte volte, negli ultimi nove mesi, mi sono chiesto che cosa avrebbe detto delle vicende familiari che mi hanno travolto e che oggi mi impediscono di essere con voi. Ho sentito la mancanza dei suoi giudizi e dei suoi consigli. Eppure una risposta l’ho avuto da un suo epigramma inedito, che la moglie, Maria Chiara Sibilia, ha trovato e mi ha inviato per posta elettronica lo scorso luglio. Vorrei condividerlo con voi:

 

Non fare violenza alla vita,
non usare la vita,
ma vivi la vita.
Non fare violenza all'amore,
non usare l'amore,
ma ama l'amore.

Grazie, Severo.

 

Pietro Berra

katia trinca colonel

Severo Ghioldi instancabile filantropo ha coltivato la passione per la scrittura, la poesia, l'amore per la cultura e l'impegno sociale. I colleghi e gli amici lo ricordano per lo spirito arguto, l'attenzione alle cose ed alle persone; per la generosità d’animo e la dedizione alla conoscenza. La sua ultima raccolta di liriche Tr-Agenda poesie in corsia dall'A alla Z, testimonia come con forza ma anche con levità Severo Ghioldi aveva saputo raccontare l'esperienza della malattia.

 

Katia Trinca Colonel

antonio franzi

Si è fatto apprezzare non solo come un uomo di scuola ma anche come instancabile operatore culturale lungo tutto l'asse Como Varese. Severo era avido di notizie voleva sapere tutto, come un autentico cronista, di quelli che non si accontentano delle prime impressioni ma scavano nel profondo. In ogni momento della giornata ti potevi aspettare una sua chiamata voleva discutere con te sulla dichiarazione di quel politico, piuttosto che su quel fatto di cronaca, o magari di quel giornalista, che si sussurrava nell'ambiente, tra poco avrebbe assunto un ruolo importante in un giornale. Ecco il giornalismo era la sua grande passione che divideva con i giovani: quella scuola per cui ha offerto tutto se stesso negli anni migliori, protagonista della sua modernizzazione.
Severo Ghioldi appena conseguita la laurea in lettere aveva potuto abbeverarsi a quella fucina per la carta stampata che era ancora negli anni ‘70 l’Ordine, quotidiano comasco, la cui vita fu ultracentenaria prima di interrompersi bruscamente.
Lì Severo aveva imparato che le notizie si rispettano, ma soprattutto si cercano.
Nell'ultimo quinquennio quando ormai la malattia lo aveva strappato al mondo della scuola, si era trasformato in instancabile operatore culturale. Malnate si era affiancata ad Appiano Gentile quale sede principale del suo impegno. Organizzava eventi spesso dedicati proprio al mondo del giornalismo, guardando con interesse anche oltre confine.
Aveva capito che l'Insubria poteva essere la risposta più congrua alle difficoltà che, chiuse nel proprio recinto, vivono singolarmente Como, Varese ed il Canton Ticino. La sua eredità si chiama allora Insubria Media Point un circolo culturale per far dialogare in modo più fluido chi opera nei media al di qua e al di là della frontiera. Perché per Severo Ghioldi il giornalismo era soprattutto un metodo, uno straordinario strumento d'analisi sociale per rendere migliore la convivenza fra le persone. Proprio come la scuola.

 

Antonio Franzi

simone rasetti

Severo Ghioldi professore e giornalista. Ha lasciato tanti amici perché chi ha avuto la fortuna di conoscerlo ha trovato in lui una persona sempre disponibile, capace di aprirsi al mondo e di interessarsi dei problemi di una società che anche lui a volte faceva fatica a comprendere. Severo Ghioldi era stato un ottimo professore, stimato per le sue capacità umane oltre che per le sue conoscenze. Insegnante di lettere, ha consacrato tutta la sua vita per aiutare alle giovani generazioni a crescere e a capire il mondo. È stato anche dirigente scolastico ed ha lasciato un ottimo ricordo.
Dal 2000 per problemi di salute era in pensione ma non per questo aveva smesso di interessarsi di cultura. In particolare era impegnato nell'altra grande passione della vita, quella del giornalismo. Severo Ghioldi infatti già negli anni ’70 aveva frequentato la redazione dell'Ordine. Negli ultimi anni, poi ha fondato con alcuni amici l'associazione Insubria Media Point per l’Etica nella Comunicazione, di cui è stato fattivo sostenitore.
Severo Ghioldi ha avuto il tempo anche di scrivere libri, pubblicando tra l'altro un bel ed apprezzato volume di poesie.

 

Simone Rasetti

 

Mauro della Porta Raffo

Severo è dolce e buono, soffre per gli altri, si preoccupa, si addolora. Non accetta i mali e il dolore del mondo.
Credo ami la solitudine e insieme la compagnia. E' curioso di vita, adora i particolari e i retroscena. Le storie di tutti che in qualche modo, con benevolenza, fa sue.
Severo non si conosce, si va ancora cercando. Non si considera. Severo non riesce a scordare, o almeno a mettere da parte in modo che non gli siano sempre malinconicamente presenti, gli episodi, gli accadimenti che della propria vita è bene ciascuno si dimentichi, per non soffrire.
Severo si assenta, perso nei suoi pensieri. Severo vuole bene ma non a se stesso. Severo si adopera per gli altri, per la comunità e si stupisce dell’egoismo del mondo.
Ti coinvolge: se può e se il tuo cuore non è di pietra, ti coinvolge. Severo pretende, con soave fermezza e senza rendersene conto, pretende.
Severo si sorprende.
Severo ricorda.
Severo si interroga... Ci eravamo persi, è stato bello ritrovarsi.

 

Mauro della Porta Raffo

Mauro sarasso

Severo Ghioldi è stato un limpido esempio di impegno professionale, di passione civile e di rigore morale, è stato di aiuto e sostegno a molti insegnanti, genitori, amministratori, ha valorizzato il loro lavoro. Ma ha fatto qualcosa in più.
Con l'esempio quotidiano ha insegnato che essere educatori richiede umiltà, spirito di sacrificio, un profondo senso etico della responsabilità, ha trasmesso dei principi che non si trovano nei manuali: la lealtà, il coraggio delle opinioni e delle scelte, il rispetto dell'altro, l'autonomia professionale e, soprattutto, la generosità e l’umanità.
Perché Severo Ghioldi era un uomo dotato di profonda umanità, di grande generosità, era autorevole senza essere autoritario, fermo nei principi era aperto al dialogo, pronto alla solidarietà.
Lo sanno bene i genitori che hanno avuto in lui un punto di riferimento professionale e un concreto sostegno nei momenti di difficoltà, così come lo sanno coloro, che hanno avuto la fortuna di lavorare o collaborare con lui.
Nessuno può parlare per un altro, ne può dire di conoscere fino in fondo una persona, io parlo di Severo per come l’ho conosciuto nel corso di una lunga amicizia iniziata anni fa.
Posso dire che fu sempre leale e generoso da preside così come continuò ad esserlo da amico, quando in un mattino di settembre del 2000, la malattia lo portò lontano dalla Scuola Media di Malnate, che in pochi anni aveva saputo trasformare.
Avevo compreso subito il valore di questo preside, amante del suo lavoro a contatto con i ragazzi ed i genitori, appassionato di giornalismo, che rapidamente era diventato ed è rimasto uno tra i miei migliori amici, punto di riferimento per tutti noi genitori ed in molti casi, anche dell’intera città di Malnate.
Severo colto senza bisogno di esibire la sua cultura, era un idealista trascinatore, un organizzatore ed anche bravo scrittore, era capace di grandi slanci umani e di profonda amicizia.
I suoi grandi pregi si mescolavano in un carattere sempre alla riscossa, diretto, incalzante che mascherava però una grande timidezza.
Poteva accadere di confrontarci su punti di vista diversi e, in quel caso, era fermo nel far valere la sua ragione ed il suo pensiero senza che mai venisse meno il rispetto, la lealtà, l'ascolto dell'altro.
Proprio per questo suo impegno e per questa sue qualità umane era stato insignito del titolo di Ambasciatore di Pace della Universal Peace Federation (UPF-Italia).
Questo è il Severo Ghioldi che ho conosciuto.
Guai a farne un'icona. Non lo avrebbe voluto, ci avrebbe riso sopra e con la sua ironia ci avrebbe richiamati a volare basso.
E ora ci manca, avvertiamo il vuoto che ha lasciato tra noi e in noi, anche se la sua presenza e la sua lezione resta viva, insostituibile.
Con il Premio giornalistico a lui intitolato continuerà a vivere con noi, in mezzo a noi per ricordare a tutti cosa significhi essere un dirigente vero, un educatore, un giornalista e un grande amico.

 

Mauro Sarasso

 

torna su